Meditate, meditate.

14 Mar

14.03.2012
L’idea del diario mi è venuta in mente proprio quando cercavo di… non pensare.
E’ un modo per ricordarmi da dove parto, per rivedermi quando e se certe cose saranno cambiate ma, soprattutto, se la vita e la volontà mi permetteranno di essere costante in questa pratica così tanto nota ma così poco conosciuta.

Ho deciso di intraprendere questo viaggio verso un luogo sconosciuto, forse meglio definirlo un nonluogo, grazie al mio compagno che, con le sue mille passioni ed attenzioni a cose che molti altri non vedono nemmeno, mi ha fatto affacciare incuriosita a questa realtà tanto lontana dalla nostra, sempre di fretta, sempre in cerca di qualcosa che non abbiamo, di un futuro ideale, di idee e progetti che solo il tempo rubano.

Prima di buttarmi nella pratica, come al mio solito ed a causa del mio tratto ossessivo, ho voluto acquisire qualche nozione in più. Consiglio, quindi, di leggere i libri di Jon Kabat Zinn per farsi un’idea di cosa sia preferibile fare/pensare e non fare/pensare, o soltanto per il piacere di conoscere.

Questa pratica potrebbe essere la “salvezza” per molti di noi;
ma è così difficile mutare radicalmente il nostro modo di pensare, per noi umani che amiamo viaggiare nel tempo, che spesso dimentichiamo ciò che ha più valore: il momento che stiamo vivendo.

Meditare è una filosofia di vita, un modo di pensare e di agire.

Proverò, con frasi sintetiche (dato che siete di corsa nel leggere questo diario, e forse molti non sono arrivati neanche a questo rigo) a spiegarvi a cosa si avvicina la meditazione.

Momento per momento.

Adesso.

Il controllo delle proprie emozioni, senza evitarle, ma esternandole nel modo meno doloroso per gli altri e, di conseguenza, per noi.

Assaporare ogni attimo che ci si presenta.

Cogliere il senso del momento, di dove siamo, di cosa siamo; degli odori, dei colori e dei sapori che ci circondano.

Non rimuginare sul passato e immaginare il futuro (quello troppo lontano; un minimo di progettualità ci vuole).

Conoscere il modo migliore e i tempi migliori per esprimersi agli altri.

Negare le vendette, i rancori.

Pensare in questo modo ci permetterebbe di vivere più serenamente il tempo che abbiamo su questa terra, ed anche di evitare mal di testa e gastriti su base ansiosa! 🙂

Vi lascio un mio scatto dalla Grecia, luogo perfetto per vivere il momento. http://www.flickr.com/photos/misshiccata/6115583315/in/set-72157623513900140/lightbox/

Annunci

2 Risposte to “Meditate, meditate.”

  1. gloria 12/06/2012 a 12:39 #

    Ciao, innanzi tutto complimebti per il blog che trovo interessantissimo! Volevo segnalarti un sito, http://www.skillbros.it, dove le persone mettono in vendita le proprie passioni/abilità, essendo remunerati! oppure s incontrano apprendendo e socializzando divertendosi! Dovrebbe esserci un corso di meditazione in questi giorni…
    A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: