Dylan Flop.

21 Mar

Aveva ragione Baricco in merito ai suoi discorsi, forse un po’ cinici, sulle nostre “strategie” di vita.

Ci parla di libri e motori di ricerca, profondità e surfing.

Di cinema.

Ma che cinema!

Il cinema di oggi è si fruibile davvero a tutti. Ma proprio a tutti.

Tanto che spesso non racconta nulla di buono, di nuovo.

Un cinema visto e rivisto, surrogato di surroggati.

Definiamolo un concentrato di tendenze che piacciono, perché è fondamentale ai fini commerciali che un prodotto piaccia a tutti o, per lo meno, porti i sederi anche i più pesanti ad alzarsi e inflaccidirsi sulla poltrona di un cinema.

 

Dylan Dog.

Fumetto sempreverde diventa un filmone.

Bella idea. Ma quanto avranno dovuto investire per una riuscita almeno verosimile del film?

 

Taratatan… Nulla!

Film che si eleva ad un livello molto più alto di quello che gli spetta.

Facendosi scudo, per di più, con il buon proposito di animare un fumetto così noto.

 

Partendo dalla scelta degli attori alla loro interpretaazione, ai tagli, al montaggio, fino ad ammirare il make-up “terrificante” dei mostri, simil Dario Argento, il film si rivela un enorme e inevitabile flop!

 

Allora ben vengano i film nostrani dove rughe ed espressioni recitano il giusto ruolo.

Noi emozioniamo con realtà; gli “altri” sorprendono con effetti speciali, e non sempre ci riescono.

 

Tanto caos per nulla.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: