La mia tela.

4 Gen

 

 

 

 

Potrei essere lì.

Potrei essere altrove, ovunque.

Adesso sono qui, dentro di me.

Una coperta di un nulla senza alcun senso. Gelida. Immobile.

Credo sia la vita.

Comodo a dirsi, ma ne sono padrona.
E le scelte, le persone che scelgo

sono i pigmenti di un colore per una tela bianca.
E le persone vengono e vanno via.

E, a volte, le facciamo ritornare quando ormai la tela è quasi completa.
La mia tela è sporca, i suoi colori sono diventati ambigui, si mescolano fra le loro secche polveri e si confondono.

Mi confondono.

Eppure avevo scelto per lei i colori migliori.
Vorrei tornare a dipingere.

Ma i colori sono gli stessi.

Potrebbero distruggere di nuovo la mia tela, fino a consumarla.

Fino a sfibrarne tutto l’ordito e, alla fine, strappargli l’anima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: